Come raffreddare il motore se la sua temperatura sale troppo?

Se vedi l’indicatore della temperatura del tuo veicolo che si insinua nella zona calda, cerca di non farti prendere dal panico. Ci sono molti fattori che possono causare il surriscaldamento di un veicolo, ma il problema più comune è un basso livello del liquido di raffreddamento ed è facile rimediare.  Quando la temperatura inizia a salire all’esterno, è normale che anche i motori delle auto diventino eccessivamente caldi. Per fortuna, ci sono molte cose che puoi fare per assicurarti che un aumento temporaneo della temperatura non porti a problemi di lunga durata. Per sapere cosa fare se la tua auto si surriscalda, ecco 5 semplici passaggi.

Azioni da fare se il motore si surriscalda durante la marcia

Per prima cosa, porta sempre con te una bottiglia in più di liquido refrigerante (chiamato anche antigelo) e una brocca d’acqua. I motori in genere si surriscaldano perché il liquido di raffreddamento è basso, quindi il rabbocco di solito risolverà il problema. In caso contrario, anche l’acqua risolverà temporaneamente il problema. Inoltre, quell’acqua potrebbe essere un vero toccasana per i lunghi e afosi viaggi estivi. Basta non bere tutto.

Quando vedi l’indicatore della temperatura che diventa rosso o una spia di notifica accesa, spegni immediatamente il condizionatore d’aria (poiché l’AC mette a dura prova il tuo motore). Se il problema persiste, accendi il riscaldamento a tutto volume. Potrebbe rendere i prossimi chilometri un’esperienza piuttosto brutale, ma il trasferimento di calore dal motore – grazie alla ventola che così si attiva, sottraendo calore al motore – potrebbe salvargli la vita.

Se i passaggi precedenti falliscono, accosta il prima possibile. Spegni il motore. Se riesci a sollevare il cofano dal sedile del conducente, fallo, ma non rischiare di aprirlo a mano fino a quando il motore non si è raffreddato, soprattutto se vedi del vapore che esce dal motore. In genere occorrono 30 minuti pieni perché un motore si raffreddi abbastanza da essere sicuro da maneggiare. Se preferisci che un professionista gestisca il problema, è il momento di chiamare un carro attrezzi.

Una volta che il motore si è raffreddato, controlla il serbatoio del liquido di raffreddamento. Di solito è un serbatoio di plastica traslucida vicino al radiatore. Se il serbatoio del refrigerante è vuoto, potrebbe essersi verificata una perdita. Dai una rapida occhiata sotto la macchina. Se noti una goccia o una pozzanghera, è probabile che il serbatoio del refrigerante perda.

In caso di perdite, aprire con cautela il tappo del radiatore. Posiziona un panno sul tappo del radiatore per proteggere la mano e inclina il tappo lontano da te mentre si apre. Riempire il radiatore raffreddato con il liquido di raffreddamento o l’acqua di riserva. Non versare acqua fredda in un radiatore ancora caldo: potrebbe causare la rottura del blocco motore a causa dell’improvviso cambiamento di temperatura. Se devi assolutamente aggiungere acqua mentre il motore è ancora caldo, versala lentamente mentre il motore è in folle o in parcheggio.

Tieni presente che la maggior parte delle auto richiede una miscela 50/50 di liquido di raffreddamento con acqua per evitare il surriscaldamento, quindi non sarai in grado di guidare indefinitamente con nient’altro che acqua. Se non hai il refrigerante a portata di mano quando la tua auto si surriscalda, assicurati di aggiungere una quantità comparabile di refrigerante il prima possibile.

Se il serbatoio del liquido di raffreddamento è pieno, il problema può essere di natura elettrica o meccanica, nel qual caso è sicuramente necessario un traino all’officina più vicina. Un tubo che perde, una cinghia della ventola usurata o rotta, una pompa dell’acqua difettosa o un termostato malfunzionante potrebbero essere il colpevole.

Cosa fare se sei nel traffico quando il motore si surriscalda

Essere nel traffico quando la tua auto inizia a surriscaldarsi può rendere la situazione molto più stressante. Ma è importante lasciare che la tua mente più fredda prevalga e segui questi suggerimenti:

  • Se sei fermo nel traffico, metti la macchina in folle o parcheggia e fai girare un po’ il motore. Ciò incoraggerà il flusso di acqua e aria attraverso il radiatore, contribuendo a raffreddarlo.
  • Se ti trovi nel traffico frenetico, cerca di essere costante nella marcia piuttosto che alternare frenate e accelerazioni. La frenata genera molto attrito, che aumenterà solo il calore.

Come prevenire il surriscaldamento del motore quest’estate

Ispeziona le cinghie del motore

Diversi tipi di veicoli e motori hanno tutti diversi sistemi di cinghie. Alcuni hanno una lunga cintura a serpentina, mentre altri hanno più cinture accessorie più piccole. Le cinghie trasferiscono l’energia di rotazione dal motore ai suoi componenti vitali, come la ventola e la pompa dell’acqua. Queste parti sono componenti vitali del sistema di raffreddamento del motore. Quindi, se la cinghia della ventola si rompe o cade, il sistema di raffreddamento del veicolo non funzionerà e il motore si surriscalderà quasi immediatamente.

Pulisci il tuo condensatore

Più aria scorre attraverso il radiatore, migliore è il raffreddamento. Sporcizia e detriti tendono ad accumularsi e ad accumularsi nella parte anteriore del veicolo. Se hai l’aria condizionata, il tuo condensatore A / C sosterrà il peso di questo accumulo. Poiché il condensatore si trova immediatamente davanti al radiatore, la congestione qui blocca il flusso d’aria al radiatore e impedisce il raffreddamento del motore. La pulizia del condensatore aiuta ad aumentare l’efficienza del sistema di raffreddamento, diminuendo la pressione.

Ispeziona il tappo del radiatore

Il tappo del radiatore ha un’enorme responsabilità: mantiene la pressione nell’intero sistema di raffreddamento per evitare il surriscaldamento e l’ebollizione dei liquidi. Il cappuccio è caricato a molla; nel tempo, questo tappo può indebolirsi e usurarsi, portando infine a piccole perdite d’aria. Ciò si tradurrà in una diminuzione della pressione del sistema, che può facilmente provocare il surriscaldamento del motore. Ricorda: non toccare mai il tappo del radiatore mentre il motore è caldo! È sotto alta pressione e il liquido all’interno è incredibilmente caldo. Assicurati che il tuo motore sia completamente freddo prima di eseguire qualsiasi manutenzione.

Assicurati che il tuo liquido di raffreddamento sia rabboccato e in buone condizioni

Il radiatore del tuo veicolo si basa sull’antigelo (liquido di raffreddamento) per funzionare e tenere sotto controllo la temperatura del motore. Vuoi controllarlo frequentemente e assicurarti che sia rifornito prima di guidare. Come qualsiasi altro fluido nel motore, la qualità del liquido di raffreddamento si deteriora con il tempo. Sfortunatamente, uno scarso refrigerante lascia depositi in tutto il motore e il radiatore, causando gravi problemi con il funzionamento dell’intero sistema. Quando si controlla il liquido di raffreddamento, tenere d’occhio eventuali scolorimenti o detriti. La pulizia del sistema di raffreddamento e la sostituzione del liquido di raffreddamento sono una parte importante della manutenzione del veicolo e prevengono il surriscaldamento.

Tenere a bordo del liquido di raffreddamento extra

Un sistema che sta esaurendo il liquido di raffreddamento è uno dei motivi principali per cui un motore si surriscalda. È una buona idea tenere sempre del refrigerante extra in giro, nel caso in cui si surriscaldi o si noti che si sta esaurendo. Se lo riponi nel tuo veicolo per le emergenze, assicurati che sia già premiscelato 50/50 antigelo / acqua.

Tenere il motore il più stabile possibile durante la guida

Sebbene ciò richieda un po’ di pazienza, muoversi a un ritmo lento e costante mentre si guida in città è un modo semplice per evitare che il motore si surriscaldi quando fa caldo. Ciò è particolarmente importante in una situazione di traffico intermittente. Accelerare e frenare rapidamente aumenta il carico sul motore e lo fa fare gli straordinari. Questo creerà anche più calore all’interno del motore e creerà più calore del necessario.

Leave a Reply