Come sostituire un alternatore guasto

Se la spia di ricarica è accesa sul cruscotto o la batteria non rimane carica, è probabile che tu abbia un alternatore difettoso. Ti mostrerò come testare il tuo senza rimuoverlo dal veicolo e sostituirlo con l’alternatore se è difettoso. Questa ora di lavoro ti farà risparmiare circa 100 euro in manodopera, e ancora di più se sei un acquirente intelligente. Avrai bisogno di un multimetro digitale per eseguire il test e probabilmente avrai bisogno di un caricabatterie per portare la batteria a piena carica.

Come verificare se l’alternatore funziona o no

Inizia testando la tensione della batteria a motore spento. Quindi fai riferimento alle tabelle della tensione della batteria che trovi facilmente sul web per trovare lo “stato di carica” ​​della batteria (ogni tensione misurata corrisponde a una diversa percentuale di carica. Se la batteria è carica per meno del 50 percento, dovrai caricarla fino al 100 percento con un caricabatterie prima di testare l’alternatore.

Dopo aver rimosso il caricabatteria, accendere i fari (motore spento) per quattro minuti. Quindi spegnere le luci, avviare il motore e verificare nuovamente la tensione della batteria. Se l’alternatore è buono, otterrai una lettura di tensione da 13,5 a 14,5 volt.

Se non è così alta, accendi i fari e il motore del ventilatore e aumenta la velocità del motore a circa 2.000 giri/min. Se la lettura continua a non raggiungere il segno, far funzionare il motore per cinque minuti e ripetere il test. Se questa volta fallisce, sostituire l’alternatore. Se l’alternatore produce la tensione corretta, passa al test dei diodi.

I diodi sono la parte elettronica dell’alternatore che converte la tensione alternata in continua. Imposta il multimetro sull’impostazione AC più bassa e ricollega i puntali alla batteria. Con il motore acceso, non dovresti vedere alcuna tensione AC. Se la vedi, hai un cattivo diodo e hai bisogno di un nuovo alternatore.

Procedura passo-passo per cambiare l’alternatore

Ecco la procedura passo-passo per sostituire un alternatore:

  1. Salva la memoria sull’elettronica preimpostata del tuo veicolo. Prima di disconnettere il cavo negativo, consultare un manuale di riparazione del veicolo per determinare se è necessario o meno utilizzare un mantenitore della batteria per evitare problemi di guidabilità e/o riprogrammazione del modulo.
  2. Disconnetti il cavo negativo della batteria. Assicurarsi prima che anche l’accensione sia in posizione “OFF”. Ora, scollegare l’estremità negativa (massa) della batteria e coprirla per evitare il contatto durante il lavoro. Il terminale negativo della batteria è identificato con un segno meno
  3. Allentare il tendicinghia. Presta molta attenzione a come la cinghia è collegata agli altri componenti, perché dovrai reindirizzare la cinghia attorno a tutte le pulegge del motore quando hai finito. Se possibile, rivedi il diagramma del percorso della cinghia per il tuo veicolo.
  4. Allentare e rimuovere la cinghia a serpentina. Scansionarla per rilevare eventuali segni di usura, come crepe o sfilacciature. Controllare anche il tendicinghia per assicurarsi che il suo rullo ruoti ancora facilmente. Se uno dei componenti sembra usurato, sostituirlo.
  5. Rimuovere il cablaggio o i connettori.
  6. Allentare e rimuovere l’alternatore. Confronta il tuo vecchio alternatore con quello nuovo. Assicurarsi che tutte le porte di connessione e i fori dei bulloni corrispondano. Se qualcosa sembra fuori linea, restituire il nuovo alternatore e ottenere la sostituzione corretta.
  7. Installare il nuovo alternatore. Allineare con cura i fori di montaggio dell’alternatore funzionante e installare senza stringere i bulloni e i dadi di montaggio. Assicurarsi che tutte le filettature dei bulloni e/o dei dadi siano avviate e serrarle in modo uniforme. Su alcuni veicoli, sarà necessario installare prima i collegamenti elettrici prima di serrare in modo permanente l’alternatore per motivi di accesso.
  8. Indossa la cinghia di ricambio. “Ruotare” il tendicinghia in modo che la cinghia possa essere installata. Potrebbe essere necessario fare riferimento allo schema di instradamento della cinghia sotto il cofano o consultare la guida alla riparazione. Puoi anche verificare con un addetto alla zona automatica del tuo quartiere.
  9. Assicurati che la tensione della cinghia sia corretta. Il tendicinghia si sposta (oscilla) solo fino a un certo punto, il che può rendere difficile l’installazione della cinghia. Non forzare o forzare mai la cinghia sulla puleggia.
  10. Ricollegare il cavo negativo della batteria. Installare nuove rondelle di feltro sui poli della batteria puliti. Ricollegare le estremità del cavo della batteria alla batteria. Il positivo per primo, il negativo (terra) per ultimo. Applicare uno strato di grasso per i poli della batteria sulla parte superiore e sui lati delle estremità del cavo della batteria e sui poli della batteria. Ciò contribuirà a prevenire l’accumulo di acido e la corrosione in futuro.

Una volta reinstallati l’alternatore, la cinghia di trasmissione e i collegamenti elettrici, scansionare l’area di lavoro e assicurarsi che nulla sia stato trascurato. Rimuovere tutti gli oggetti e gli strumenti sciolti. Seguire i passaggi corretti per il mantenitore della batteria se ne è stato utilizzato uno. Assicurarsi che i poli della batteria e le connessioni dell’estremità del cavo della batteria siano puliti e in buone condizioni. Sostituire se necessario per garantire collegamenti stretti.

Dopo aver installato il tuo nuovo alternatore, è una buona idea testarlo con un multimetro per vedere se funziona come dovrebbe. Se l’uscita di tensione è nell’intervallo giusto, sei pronto per partire.

Quanto tempo ci vuole per cambiare un alternatore?

In generale, ci vorranno circa due ore per sostituire un alternatore da solo, anche se questo potrebbe variare leggermente a seconda delle tue conoscenze di meccanica automobilistica. Se porti la tua auto in un’officina per far sostituire l’alternatore, i tempi possono variare leggermente e potresti dover lasciare l’auto per la giornata.

Quanto costa far cambiare un alternatore?

Il costo per cambiare l’alternatore varia a seconda della marca, del modello e dell’anno della tua auto. In media, tuttavia, puoi aspettarti di spendere circa 200-300 euro per un nuovo alternatore. Tuttavia, cambiare un alternatore richiede un po’ di conoscenza automobilistica. Se decidi di farlo sostituire da un tecnico professionista, aspettati di pagare circa 100 euro circa per la manodopera oltre al costo dei materiali, per un totale di circa 300-400 euro.

Quali strumenti sono necessari per cambiare un alternatore?

Avrai bisogno di una serie di strumenti diversi per installare il tuo nuovo alternatore, tra cui:

  • Nuovo alternatore per auto (ovviamente!)
  • Tendicinghia
  • Strumenti manuali di base
  • Voltmetro
  • Cinghia a serpentina di ricambio
  • Guanti e stracci.