Quali sono le migliori borracce per bici da corsa?

I siti web di ciclismo, i nutrizionisti, gli allenatori e gli istruttori sono costantemente presenti per mantenere l’idratazione durante una corsa. Poiché la disidratazione può ridurre la resistenza e la potenza, ha senso bere mentre si è in bicicletta. C’è di più da considerare nella scelta di una borraccia oltre al semplice colore che si abbina al tuo telaio. Se pedali molto, la scelta di una borraccia  può rendere un’esperienza significativa per quella corsa. Può fare la differenza tra una bevanda calda in una giornata calda, l’acqua che sa di plastica o la necessità di sostituirla ogni poche uscite. Ecco dunque una guida a riguardo.

Avere una buona borraccia è fondamentale per avere una buona giornata in bicicletta, soprattutto se stai lavorando sodo o pedalando nella calura estiva. Quando corri in bici sarebbe un problema anche la più piccola barriera all’assunzione di liquidi, come una valvola della bottiglia che perde, una valvola difficile da aprire nel boccaglio, o un sapore di plastica grossolano per la tua acqua. Le migliori borracce risolvono questi problemi e rendono un po’più facile rimanere idratati, quindi non devi pensarci.

Cose da considerare nell’acquisto di una borraccia

Ecco le principali cose a cui prestare attenzione quando acquisti una borraccia:

  1. Capacità della bottiglia

La capacità delle bottiglie d’acqua da ciclismo è in genere compresa tra 500 e 750 ml. Sono disponibili in una dimensione standard che si adatta ai portaborraccia più diffusi e varierà in lunghezza anziché in larghezza. La capacità che scegli dipende interamente dalle tue abitudini di consumo e dalla durata della corsa in genere. In media si consiglia di bere circa un litro all’ora. La dimensione della bottiglia dovrebbe riflettere questo e tenere conto della durata della corsa in genere e se è possibile rifornire le bottiglie durante la corsa.

  1. Design del coperchio e dell’ugello

Il coperchio di una borraccia da ciclismo dovrebbe fornire sicurezza e prevenire perdite. Il design dell’ugello può influenzare il flusso dell’acqua dalla bottiglia. Se ti piace bere poco e spesso, non importa. Se hai bisogno di sorsate più grandi, un design dell’ugello più grande potrebbe essere più utile. Gli ugelli push-pull o squeeze offrono entrambi un uso a prova di perdite. Questo dipenderà dalle preferenze personali.

  1. Progettazione

Il design riguarda sia l’aspetto che il comfort. Certo, vogliamo che la nostra bottiglia d’acqua abbia un bell’aspetto, ma vogliamo anche che si adatti saldamente alla mano, si adatti saldamente al portaborraccia e non goccioli ovunque. Le bottiglie con collo scanalato ti consentono di afferrarlo con un dito mentre i collari o le rientranze aiutano a mantenere la bottiglia in posizione nella gabbia.

  1. Materiale

Le bottiglie d’acqua sono generalmente realizzate in plastica o alluminio e la plastica è la più comune. Questi materiali differiscono e di solito saranno polietilene ad alta densità (HDPE), polietilene a bassa densità (LDPE), copoliestere o polipropilene. Materiali diversi hanno caratteristiche diverse. L’LDPE rende le bottiglie più flessibili mentre le altre sono più rigide. Finché il materiale è privo di BPA, è perfettamente sicuro per l’uso.

  1. Facilità di pulizia

Pulire adeguatamente la borraccia è la chiave per ridurre l’accumulo di batteri e rimuovere dalla bottiglia i sapori o gli odori più forti. La plastica è piuttosto porosa all’interno, quindi se bevi bevande energetiche, quel sapore può permeare la plastica. Una pulizia efficace non solo migliora l’igiene, ma può prevenire l’accumulo di quei sapori e odori. Alcuni ugelli per bottiglie sono facili da bere ma più difficili da pulire in modo efficace. Alcune bottiglie sono lavabili in lavastoviglie mentre altre no.

  1. Isolamento

Le bottiglie d’acqua isolate sono un’opzione di qualità della vita. Di solito sono a doppia pelle con uno strato isolante nel mezzo. Possono mantenere l’acqua fresca durante il caldo o impedire che l’acqua diventi troppo fredda in condizioni di ghiaccio. Se pedali regolarmente a temperature estreme o non ti piace bere acqua calda, le bottiglie d’acqua isolate possono rivelarsi un investimento degno.

  1. Taglia

Le bottiglie isolate spesso devono essere molto più grandi per contenere la stessa quantità di liquido di una normale bottiglia. questo a volte può rendere difficile il montaggio nel portaborraccia, specialmente per chi usa telai più piccoli. Alcune bottiglie isolanti possono essere troppo grandi per adattarsi anche alla tua bici.

  1. Ritenzione della temperatura

Ovviamente una delle cose principali da cercare quando si acquista una bottiglia termica è quanto bene funzioni effettivamente. Diverse aziende hanno escogitato diversi metodi per mantenere la temperatura del liquido, ma a volte pareti laterali più spesse che aiutano a isolare significano che la bottiglia finisce per essere non solo molto più grande, ma anche più difficile da spremere per estrarre il liquido.

  1. Coperchi

Anche nelle bottiglie non isolate ci sono diversi tipi di coperchio, dal tappo twist-lock che necessita di una compressione (simile a una bottiglia di ketchup) ai normali tappi pop sulle normali bottiglie d’acqua da ciclismo che puoi aprire o chiudere usando la bocca . Spesso le persone hanno preferenze personali riguardo ai coperchi e spesso riteniamo che sia meglio usare ciò che sai funziona per te.

Domande frequenti sull’argomento

Ecco alcune delle domande più frequenti sulle borracce da ciclismo.

Con che frequenza devo pulire la mia bottiglia d’acqua?

Pulisci la borraccia dopo ogni uscita. Lava accuratamente sia l’esterno che l’interno. La sezione dello strato esterno è solitamente ricoperta di polvere fine che potrebbe non essere visibile agli occhi. Se hai usato bevande sportive, assicurati di usare una piccola spazzola per strofinare anche le sezioni interne.

Le borracce sono di dimensioni standard?

La maggior parte delle borracce per ciclismo ha una circonferenza standardizzata. Ciò significa che si adatteranno alla maggior parte dei portaborraccia. L’unica differenza sta nella sua capacità, che va da 500 ml a 750 ml e persino a 1000 ml.