Ventola del radiatore sempre accesa o spenta: è normale?

Non lo è. Se la ventola di raffreddamento funziona continuamente, controlla il relè della ventola o l’interruttore della temperatura della ventola di raffreddamento o il sensore della temperatura del liquido di raffreddamento del motore. Se la ventola del radiatore elettrico non si accende dopo che il motore ha raggiunto la temperatura di esercizio, la chiave qui è la temperatura di esercizio, puoi scommettere che c’è qualcosa che non va nel gruppo ventola stesso, nel circuito o in uno dei suoi componenti.

Come risolvere i problemi della ventola di raffreddamento

I problemi della ventola di raffreddamento possono essere difficili da diagnosticare, a seconda del modello del veicolo e del tipo di guasto. Tuttavia, puoi evitare gran parte della confusione utilizzando un piano di risoluzione dei problemi. Questa guida ti guida attraverso alcuni dei problemi più comuni della ventola di raffreddamento elettrica per aiutarti a risolvere e identificare il problema quando la ventola si rifiuta di funzionare o funziona a intermittenza.

Sui modelli di veicoli più vecchi, il circuito della ventola è semplice e potresti non avere problemi a localizzare i componenti operativi o il guasto stesso. I veicoli moderni utilizzano il modulo di controllo elettronico (ECM-computer per auto), il modulo di controllo del gruppo propulsore (PCM) o un modulo di controllo della ventola dedicato (o entrambi) per controllare il funzionamento della ventola del radiatore e può essere un po’ più complicato da risolvere a volte.

Quindi, con i modelli di veicoli più recenti, è una buona idea avere a portata di mano il manuale di riparazione del veicolo per la marca e il modello in uso, soprattutto con modelli abbastanza recenti. Il manuale spiega il funzionamento del sistema di raffreddamento, come funziona la ventola di raffreddamento e i sensori o gli interruttori da cui legge il computer dell’auto per azionare la ventola di raffreddamento. Inoltre, il manuale può aiutarti a localizzare sensori, relè, interruttori e tracciare i cavi del circuito, se necessario.

Come funziona il circuito di raffreddamento

La ventola di raffreddamento elettrica utilizza un motore elettrico a corrente continua (CC) con un interruttore termico, un modulo o un controllo del computer per accenderlo o spegnerlo, a seconda della temperatura del liquido di raffreddamento o delle condizioni operative.

Sui circuiti dei ventilatori più vecchi, l’interruttore termostatico si collega all’alimentazione a batteria da un lato e al motore del ventilatore dall’altro. Tuttavia, sulla maggior parte dei modelli degli anni ’90 e più recenti il ​​controllo è stato passato al computer dell’auto o a un modulo dedicato. Ad esempio, quando la temperatura del liquido di raffreddamento cambia, l’interruttore termico segnala questa modifica al computer tramite un segnale di tensione, che il computer o il modulo utilizza per attivare la ventola di raffreddamento tramite uno o più relè della ventola.

Una ventola di raffreddamento elettrica non solo aiuta a risparmiare energia funzionando solo quando il sistema ha bisogno di rimuovere il calore in eccesso dal motore, ma aiuta a proteggere altri circuiti sensibili e componenti elettronici dai danni causati dal calore. Durante i mesi invernali, la ventola del radiatore risparmia ancora più energia quando una quantità sufficiente di aria fresca scorre attraverso il radiatore in autostrada.

Alcuni collegamenti per la risoluzione dei problemi

  1. Se pensi che la ventola di raffreddamento non funzioni perché l’indicatore della temperatura indica un surriscaldamento, apri il cofano, avvia il motore e lascialo girare al minimo per 15-20 minuti. Se la ventola si accende, potresti avere un sensore o un indicatore di temperatura difettoso.
  2. Un interruttore della temperatura della ventola di raffreddamento (o sensore, in alcuni veicoli) può anche bloccarsi, il che potrebbe far girare continuamente la ventola ogni volta che si accende la chiave di accensione o si avvia il motore. Risolvi i problemi dell’interruttore.
  3. Su alcuni veicoli moderni, un sensore di temperatura dell’aria ambiente, un sensore di velocità del veicolo e altri sensori possono fornire input al computer dell’auto per determinare il funzionamento della ventola del radiatore. Consultare il manuale di riparazione del veicolo per controllare i sensori e gli interruttori richiesti.

Su un motore caldo, la ventola potrebbe accendersi anche se il motore non è in funzione. Quando si lavora su un motore caldo o in funzione, tenere le mani e gli strumenti lontani dalle pale della ventola e dai componenti in movimento.

La ventola di raffreddamento è effettivamente guasta?

Su molti veicoli moderni, se vuoi confermare se la tua ventola di raffreddamento funziona, puoi avviare il motore e lasciarlo girare al minimo. Imposta la tua aria condizionata sull’impostazione MAX e accendila. La ventola di raffreddamento dovrebbe accendersi immediatamente o entro i prossimi due minuti. Sui modelli di veicoli più vecchi, attendere circa 15-20 minuti affinché il motore raggiunga la temperatura di esercizio. Quindi, la ventola dovrebbe accendersi.

Se la ventola si accende quando il condizionatore d’aria è in funzione al MAX, ma non funziona quando il motore è caldo, controlla il sensore di temperatura o l’interruttore che invia il segnale al computer o al modulo per azionare la ventola. Sui veicoli moderni, un sensore difettoso di solito attiva la spia del motore di controllo. Eseguire la scansione del computer per i codici di errore, se necessario.

Se la ventola non si accende, prima controllare se è bruciato un fusibile della ventola o se è scattato un interruttore. Sui modelli di veicoli più vecchi, potresti avere un collegamento fusibile nel circuito. Questo è un pezzo di filo all’interno di un blocco di gomma isolato. Non ti mancherà. Afferra le estremità del collegamento fusibile e prova ad allungarlo. Se si allunga, il collegamento del cavo potrebbe essere interrotto. Sostituiscilo.

Se il fusibile della ventola o il collegamento fusibile è bruciato o l’interruttore è stato attivato, è possibile che il motore della ventola stesso sia guasto e causi la bruciatura dei fusibili. Sostituire il fusibile o il collegamento fusibile o ripristinare l’interruttore e testare nuovamente il motore del ventilatore. Se si verifica lo stesso problema e non ci sono cavi che causano un cortocircuito, sostituire il motore del ventilatore.

Se la ventola di raffreddamento non si accende quando il motore è stato in funzione per 20 minuti o più, assicurarsi che il liquido di raffreddamento raggiunga la temperatura di esercizio, circa 104 °C. Potresti avere a che fare con un termostato bloccato. Controlla la temperatura del blocco motore e del serbatoio del radiatore (quello che si collega al motore con il tubo del radiatore superiore) utilizzando un termometro da cucina.

Assicurarsi che la temperatura del motore raggiunga circa 104 ° C e che la temperatura del serbatoio del radiatore aumenti di conseguenza (il che significa che il liquido di raffreddamento caldo viene trasferito al radiatore). Se la temperatura rimane abbastanza stabile intorno ai 93 ° C o meno, l’interruttore della temperatura o il sensore potrebbe non riuscire ad attivare la ventola del radiatore.

Leave a Reply